Indietro
Stampa
Home
Curiosità e approfondimenti dal mondo dell'Appetito
Mangiare a Tunisi: discreta qualità, bassa spesa
Molto economici
Le Gourmet – Rue Mongi Slim, angolo Rue Tanneurs (Ville Nouvelle, a lato della Medina)
Posto estremamente popolare, frequentato da locali e senza pretesa alcuna. Il servizio è più divertente che sicuro, il personale cerca di tenerlo in ordine. Le sale sono due, una su un piano rialzato, l'arredo non va oltre i tavolini. Tovaglia in carta. Ma si mangia carne, pesce ai ferri, spaghetti e antipasti tipici più che dignitosi. In due, 2 antipasti, 2 coche, 2 orate ai ferri con insalata e patatine fritte per 20 dinari (appena sotto i 10 euro).
Tipicità assaggiate: fagioli in umido al cumino e la mechouia, insalata a base di pomodori e peperoni alla griglia, tritati insieme a tonno, capperi e sedano.

Restaurant Capitole - Avenue Bourguiba, 60 (Ville Nouvelle, la via principale)
Nonostante sia situato sulla strada principale della città e a due passi dall'hotel più lussuoso, il ristorante si prodiga in offerte speciali: a inizio 2012 l'offerta è di 7 dinari (3,5 euro) per antipasto, piatto principale, dessert e thè alla menta. La sala da pranzo al secondo piano è decisamente kitsch, dominata dai colori del bianco e del rosa a far da contorno a una sala piuttosto spartana e a discreta densità di tavoli. Immancabile la composizione gigante di astice, aragosta e scamponi dorati messi dietro vetro e cornice. Il personale sembra attendere il fine turno, la qualità è giusto sufficiente e tarata sul prezzo: insalata, mechouia e brick à l'oeuf au thon tra gli antipasti, couscous, pesce alla griglia o merguez - salsicce di agnello - tra i piatti principali, mousse al cioccolato la scelta per il dolce. Il thè alla menta è servito coi pinoli. Il prezzo finale in due è stato di 18 dinari, alzatosi rispetto al previsto per l'acqua e la mancia, imposta dal solerte cameriere.
Nuove tipicità assaggiate: brick à l'oeuf au thon, una sfoglia sottile ripiena di patate, cipolle, tonno, formaggio e con un uovo crudo inserito all'ultimo momento, couscous al pollo. Nessuna delle due da ricordare

Economici
Capri - Rue Mokthar Attia, 34 (Ville Nouvelle)
Disordinato e pasticcione, eppure in grado di lasciare un ottimo ricordo! L'ambiente è fumoso, con due piccole sale disposte su piani diversi; la clientela un insolito mix tra locali e turisti all'avventura  ne parla bene la Lonely Planet. L'arredo si distingue per la presenza ubiqua del legno che, insieme alla presenza di diversi angolini e sotto–salette, contribuisce al deciso fascino esotico del ristorante. Nonostante il nome a menù son poche le specialità italiane, soprattutto pizze. La proposta è a menù fisso, a pochi euro, o alla carta. La sfortuna (o altro?) ha voluto che oltre la metà dei piatti fosse terminata, con curioso andirivieni del cameriere: niente agnello alla berbera e gamberoni alla piastra, la scelta è andata quindi sul solito brick, sui molluschi alle spezie e sull'omelette. Insieme all'acqua e alla mezza di vino, il costo è stato in due di 40 dinari (circa venti euro, inclusa la mancia data con piacere). Per entrée sono servite olive, fave cotte e la harissa.
Nuove tipicità assaggiate: l'harissa, la salsa tipica di queste parti a base di peperoncino, servita con abbondante olio e un pezzetto di tonno.

L'Orient - Rue Ali Bach Hamba, 7 (Ville Nouvelle, in una traversa a lato di Avenue Bourguiba)
A dispetto dei molti tavoli l'ambiente ha suo decoro, con elementi caratteristici come le molte anfore sulle mensole, il soffitto arabescato e gli archi che alternano cotto e piastrelle bianche. Delude il servizio, ossessivamente presente e a tal punto sfrontato di mettersi a ridere per una mancia ritenuta troppo bassa, piace il brick. La specialità è il couscous, e forse sarebbe stata la scelta migliore visto che l'insalata di polipo al cumino e il secondo di pesce non hanno entusiasmato: il primo piatto aveva troppo del surgelato, il secondo presentava un'insalata di mare da supermercato a guarnizione di un filetto di pesce fresco. Con bottiglia di vino, per due persone il conto è stato di 56 dinari (quasi 28 euro).

Prezzo medio
Chez Slah - Rue Pierre de Coubertin, 14 bis (Ville Nouvelle)
Ambiente piccolo e raccolto, sicuramente gettonato, che non ha entusiasmato come le guide vorrebbero dare a intendere. Pesce alla griglia di buona fattura.

Café Vert - Avenue Franklin Roosevelt, 68 (La Goulette)
Nella cittadina portuale una volta noa come Piccola Sicilia si trova un ristorante davvero buono, che serve pesce fresco in un ambiente intimo e gradevole.

wholesale nfl jerseys      cheap mlb jerseys


http://www.facebook.com/pages/CUCINA-TUNISINA/109156012441281
Privacy Policy
Credits